Benvenuti al caffè del 22 aprile 2019. In questi giorni di festa senza informazioni politiche, senza giornali e con i palazzi della politica italiana in ferie infuria nella rete, la polemica intorno a Matteo Salvini. Tutto parte dal un post di Luca Morisi (il guru della comunicazione di Salvini).

Il post corredato da una foto (quella a lato) in cui Salvini si rigira fra le mani (con aria contemplativa) una mitraglietta.  Intorno a lui ci sono delle persone. Morisi accompagna la foto con dei surreali ”Auguri di Buona Pasqua”, e commenta così questa immagine: “Vi siete accorti che fanno di tutto per gettare fango sulla Lega? Si avvicinano le europee e se ne inventeranno di ogni per fermare il Capitano. Ma noi siamo armati e dotati di elemetto! Avanti tutta, buona Pasqua!”. Il post viene concluso con uno smile, ad indicare cosa? Forse che il post pubblicato è divertente?

Gli utenti del web, si scatenano con le risposte furibonde. A partire da Roberto Saviano, che critica fortemente (anche con parole pesanti) questo post e lo stesso Luca Morisi.

Molti seguono la linea dello scrittore, e paventano immagini note e terribili.

Tutti costoro, a partire da Saviano, abboccano all’amo comunicativo di Morisi, evidentemente convinto che l’immagine dell’uomo forte per il ministro dell’Interno sia una ottima operazione di marketing. L’intenzione è chiara, ma che sia effettivamente così è tutto da dimostrare.

Io invece credo che quel post sia qualcosa di molto più grave, e non solo per chi critica Salvini, ma anche per i suoi sostenitori convinti. Gli auguri di Pasqua con il mitra, pensateci, sono, una mossa molto più semplice, molto più inequivocabile e molto più drammatica. Sono una autentica pagliacciata! Segno ormai di una comunicazione politica in piena crisi e monopolizzata da due argomenti: legittima difesa ed immigrazione. 

Voi cosa ne pensate?