Una bandiera di guerra del secondo Reich, simbolo di gruppi neonazisti antisemiti appesa alla parete di una camerata nella caserma dei carabinieri.

E’ polemica dopo il video pubblicato da “Il sito di Firenze” all’esterno della caserma Baldisserra del capoluogo toscano in cui si vede la bandiera neonazista accanto a una sciarpa della Roma e a un fotomontaggio del leader della Lega Matteo Salvini con un mitra in mano.  La caserma Baldisserra si trova sul lungarno Guglielmo Pecori Giraldi, non lontano dal centro storico di Firenze, e ospita il VI Battaglione carabinieri Toscana e gli uffici del comando regionale.

Subito dopo la pubblicazione il comando provinciale dei carabinieri ha avviato gli accertamenti del caso e individuato il proprietario della bandiera. Si tratta di un giovane che rischia ora pesanti conseguenze disciplinari. In corso anche valutazioni su eventuali profili penali.

I Naziskin sono un problema reale, come lo sono questi casi. Il governo e il Parlamento prendano provvedimenti anche seri (se necessari). A Salvini, dico di riflettere su quando dice che il fascismo non è un problema reale per l’Italia, oggi gli arriva al suo indirizzo anche il monito di Umberto Bossi. La storia dovrebbe insegnare, invece vedo che purtroppo l’adorazione per la NON democrazia è alta, molto alta!