Questa volta i Cinque Stelle non vogliono farsi trovare impreparati in vista di un possibile successo alle prossime elezioni. Per questo Beppe Grillo e Davide Casaleggio sarebbero al lavoro da tempo per selezionare la prossima squadra di governo pentastellata, puntando a selezionare circa 1500 persone. Lo scrive oggi il Corriere della Sera.

(..)uno degli obiettivi dei “tavoli di lavoro” dei parlamentari organizzati da Beppe Grillo Davide Casaleggio è un’analisi profonda , sistematica, delle personalità, delle professionalità che serviranno al Movimento in caso di vittoria alla prossime Politiche. Insomma, quante e quali figure serviranno tra ministeri, società statali controllate e partecipate, uffici stampa, assistenti parlamentari se i Cinque Stelle dovessero andare al governo.
(..) i conti – al momento ancora provvisori – lasciano intravedere un (eventuale) lavoro titanico all’orizzonte. Si parla di circa duecento persone per struttura (almeno per ministeri e società principali). la somma complessiva , sottraendo il personale contratttualizzato, è stimata al momento – da fonti interne i Cinque Stelle – intono , appunto, alle millecinquecento persone (da aggiungere ai trecento-quattrocento parlamentari).

Non è finita però. Sempre secondo quanto scrive il Corriere, Beppe Grillo si starebbe portando avanti e avrebbe cominciato, informalmente, a sondare “personalità di altissimo profilo per chiedere la disponibilità a diventare ministri di un governo CInque Stelle”. Massima riservatezza sui nomi anche – si spiega – “per evitare una esposizione mediatica ‘più che prematura’. 

Huffpost.it

Tags

Comments are closed

Sostienimi
Categorie
Archivi